RAI 3 - QUANTE STORIE | CONTAMINAZIONI

Fonte: RAI3

Quante storie

Le ferite della pandemia si stanno cicatrizzando, lasciando segni indelebili sul nostro modo di essere e di pensare. Lo psichiatra Vittorino Andreoli, ospite di Giorgio Zanchini a Quante Storie, interpreta questi segni e individua nella paura della contaminazione il paradigma delle fragilità che oggi maggiormente ci caratterizzano. Essere invasi da qualcosa o da qualcuno diventa così, nello stesso tempo, un ideale di purezza e una regressione mentale che riporta ai meccanismi infantili della negazione come rifiuto dei processi logici.

 


Copyright © 2015 - Vittorino Andreoli
vittorinoandreoli.it è una realizzazione Passport