Benvenuti nel mio sito

Vittorino Andreoli


È l'archivio della mia storia: delle pubblicazioni scientifiche ma anche di quelle divulgative.

E per questo trovate molte conferenze, che nel corso della mia lunga esistenza ho tenuto, alcune sono solo audio, altre video.

Penso che sia una maniera più diretta per conoscere le mie idee e la mia passione.


Vittorino Andreoli

Chi sono

Sono nato a Verona il 19 aprile 1940. Come mi piace dire, appena in tempo per vivere al completo la Seconda guerra mondiale (l’Italia entra in guerra il 10 giugno 1940).
Credo che il mio primo ricordo si leghi proprio alla guerra: sono in braccio a mia madre, mentre lei corre in strada per raggiungere il vicino rifugio antiaereo.
La mia famiglia abitava a Verona in via S. Chiara al n. 5, e si doveva raggiungere quel luogo “sicuro” situato nella piazza antistante all’ingresso del Teatro Romano.
Ricordo ancora che in quel luogo sotterraneo, pieno di gente, veniva tolta la luce quando il rombo degli aerei pareva essere proprio sopra di noi.

leggi tutto

  • Foto5
  • Foto3
  • Foto1
  • PierluigiVerlini Figlio Dei Fiori
  • Foto2
  • Foto4

Maturità 2019. La simulazione con Morante, Pascoli, Leopardi e Andreoli

20 febbraio 2019

Fonte: laredazione.eu

di Giuseppe Ferrara

Morante Pascoli Leopardi Andreoli

La nostra “intervista” (fake) agli autori delle nuove prove

Studenti e maturandi alle prese oggi con la simulazione della prima prova del nuovo esame di maturità. Alla cattedra? Nientepopodimeno che Giovanni Pascoli, Elsa Morente, Arnaldo Momigliano, Antonio Cassese, Carlo Rubbia, Giacomo Leopardi e Vittorino Andreoli.

Leggi tutto

Vittorino Andreoli e i pregiudizi del nostro tempo

RAI 3 - 18 febbraio 2019

Vittorino Andreoli ospite di Corrado Augias a "Quante Storie"

Democrazia, assurdità, bellezza, vecchiaia: quattro lezioni virtuali che smascherano i pregiudizi del nostro tempo. Dietro la controfigura di un personaggio anziano e solitario, che riscopre attraverso i social network una relazione con il mondo, lo psichiatra Vittorino Andreoli, ospite a Quante Storie, racconta a Corrado Augias la propria visione della società contemporanea e di un presente in cui troppo spesso si scambia la presenza in rete con la vera vita.

 



Le parole della settimana

RAI 3 - 16 febbraio 2019

Vittorino Andreoli ospite di Massimo Gramellini a "Le parole della settimana"

Vittorino Andreoli, psichiatra e scrittore, è il protagonista dell'intervista di apertura della diciassettesima puntata de "Le Parole della settimana". Il programma alterna storie di straordinaria vita quotidiana che contraddistinguono da sempre il lavoro di Massimo Gramellini, e ospiti che portano in dote le loro parole a commento dei fatti dell'attualità politica, economica e sociale del Paese.

 



Il rumore delle parole

Da RadioInBlu del 06 febbraio 2019

Fonte: www.radioinblu.it

Vittorino Andreoli6 febbraio 2019. Democrazia, assurdità, bellezza e vecchiaia: sono questi i termini da cui partono delle lezioni virtuali di un vecchi oche vive al ventiduesimo piano di un condominio di periferia. Sono queste anche le quattro parole da cui parte la conversazione di Daniela Lami con il prof. Vittorino Andreoli. L’occasione è l’uscita del suo libro “Il rumore delle parole” (Rizzoli)

Intervista VIP a Vittorino Andreoli

Da CyberSecurity Trends del 05 febbraio 2019

Fonte: cybertrends.it

Da “sapiens” a “stupidus”: se trascuriamo valori la civilta’ tecnologica rischia di precipitare nella barbarie

«Non stiamo dando più importanza ai principi con il risultato che stiamo progressivamente precipitando nella barbarie. La civiltà non è un fatto scontato, ma una conquista che passa attraverso la trasmissione di valori e comportamenti.

Così da sapiens sapiens, l’uomo di oggi corre il rischio di trasformarsi in “stupidus stupidus”, facile preda di nuove solitudini oltre che vittima di una patologia sempre più diffusa: l’autismo digitale».

Leggi tutto

Un bambino non può essere mai un nemico

TG5 - 31 gennaio 2019

Vittorino Andreoli intervistato al TG5 del 31 gennaio 2019 delle ore 20.00

La violenza sui bambini come segno di viltà ed impoverimento umano.

 



Utilizzando il sito vittorinoandreoli.it, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.

Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito vittorinoandreoli.it. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito.