Vittorino Andreoli e i pregiudizi del nostro tempo

RAI 3 - 18 febbraio 2019

Vittorino Andreoli ospite di Corrado Augias a "Quante Storie"

Democrazia, assurdità, bellezza, vecchiaia: quattro lezioni virtuali che smascherano i pregiudizi del nostro tempo. Dietro la controfigura di un personaggio anziano e solitario, che riscopre attraverso i social network una relazione con il mondo, lo psichiatra Vittorino Andreoli, ospite a Quante Storie, racconta a Corrado Augias la propria visione della società contemporanea e di un presente in cui troppo spesso si scambia la presenza in rete con la vera vita.

 



Il rumore delle parole

Da RadioInBlu del 06 febbraio 2019

Fonte: www.radioinblu.it

Vittorino Andreoli6 febbraio 2019. Democrazia, assurdità, bellezza e vecchiaia: sono questi i termini da cui partono delle lezioni virtuali di un vecchi oche vive al ventiduesimo piano di un condominio di periferia. Sono queste anche le quattro parole da cui parte la conversazione di Daniela Lami con il prof. Vittorino Andreoli. L’occasione è l’uscita del suo libro “Il rumore delle parole” (Rizzoli)

Un bambino non può essere mai un nemico

TG5 - 31 gennaio 2019

Vittorino Andreoli intervistato al TG5 del 31 gennaio 2019 delle ore 20.00

La violenza sui bambini come segno di viltà ed impoverimento umano.

 



Andreoli: adesso l'umanità sta regredendo

Per lo psichiatra lo dimostra il web, pieno di insulti belluini e di minacce terribili. Stiamo riscoprendo gli istinti ferini sfuggiti al controllo della ragione

Fonte: ItaliaOggi

19 gennaio 2019 - di Goffredo Pistelli

Italia OggiVittorino Andreoli fa lo psichiatra ma ama, da sempre, raccontare e raccontarsi. Lo fa anche oggi, portando in libreria Il rumore delle parole (Rizzoli), romanzo che ha per protagonista un anziano, il quale vive solo al piano alto di un «grattacielo all'italiana» e da lì, per vincere proprio la sua solitudine, comincia a tenere lezioni via web a un pubblico che, con una certa sorpresa, scopre crescente. Lezioni su parole importanti come «democrazia», «bellezza», «vecchiaia».

L'intervista comincia con un elogio della puntualità, perché la telefonata gli arriva allo scoccare dell'orario convenuto: «Ma che bello, Pistelli! Siamo rimasti in pochi ad amarla la puntualità».



Andreoli, c'è un po' di autobiografico in questo racconto?

Comincio col correggerla, però.

Leggi tutto

Perchè non chiedere aiuto? Servizio TG5

TG5 - 8 gennaio 2019

Vittorino Andreoli intervistato su TG5 del 8 gennaio 2019 ore 20.00

Di fronte a segnali di mancanza di autocontrollo e stanchezza mentale delle maestre.

 



Le parole della settimana

RAI 3 - 16 febbraio 2019

Vittorino Andreoli ospite di Massimo Gramellini a "Le parole della settimana"

Vittorino Andreoli, psichiatra e scrittore, è il protagonista dell'intervista di apertura della diciassettesima puntata de "Le Parole della settimana". Il programma alterna storie di straordinaria vita quotidiana che contraddistinguono da sempre il lavoro di Massimo Gramellini, e ospiti che portano in dote le loro parole a commento dei fatti dell'attualità politica, economica e sociale del Paese.

 



Intervista VIP a Vittorino Andreoli

Da CyberSecurity Trends del 05 febbraio 2019

Fonte: cybertrends.it

Da “sapiens” a “stupidus”: se trascuriamo valori la civilta’ tecnologica rischia di precipitare nella barbarie

«Non stiamo dando più importanza ai principi con il risultato che stiamo progressivamente precipitando nella barbarie. La civiltà non è un fatto scontato, ma una conquista che passa attraverso la trasmissione di valori e comportamenti.

Così da sapiens sapiens, l’uomo di oggi corre il rischio di trasformarsi in “stupidus stupidus”, facile preda di nuove solitudini oltre che vittima di una patologia sempre più diffusa: l’autismo digitale».

Leggi tutto

Conoscere per vivere, vivere per amare

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - gennaio 2019

Conversazione con il prof. Vittorino Andreoli a cura di Cesare Barca

CONOSCERE per VIVERE, VIVERE per AMARE.

 



"I bulli di oggi distruggono gli amici"

Lo psichiatra Andreoli a tutto campo: io, fragile, temo di non avere più un senso

Fonte: www.quotidiano.net

Roma, 13 gennaio 2019 - di ALESSANDRO BELARDETTI

Vittorino AndreoliProfessore Andreoli, nel suo nuovo libro il protagonista scopre nella vecchiaia il web. Qual è la ricetta per fare entrare le persone della terza età in Rete?

"Il vecchio nella mia opera è lontano dal mondo di Internet, ma lo usa. Alla fine tiene quattro lezioni che hanno successo ma si ferma: avverte il bisogno non solo di sapere quanti seguaci (followers) ha, ma anche di vederli e toccarli. Il mondo digitale si apra agli anziani, per occupare lo spazio dell’abbandono: il dramma dei vecchi".

Leggi tutto

Andreoli racconta la mente umana. L'Io ha sempre bisogno del Noi

Fonte: Corrire della Sera
27 dicembre 2018

Pubblichiamo la nuova prefazione dello psichiatra al primo volume delle sue opere, raccolte in una collana in edicola dal 28 dicembre con il "Corriere della Sera"

di Vittorino Andreoli

Corriere Web

Il libro I segreti della mente, con cui apre questa collana, rappresenta una metamorfosi nella mia storia di psichiatra. Se fino al 2012 la mia attenzione e dedizione professionali erano rivolte al «malato di mente» (ai «miei matti»), da allora sento il fascino dell’uomo senza aggettivi. Non solo l’impegno a capirlo dentro la società, ma il bisogno di tracciare delle linee per poterlo meglio indirizzare a una esistenza più serena e più equilibrata.

Questo allargamento della visione non dimentica certo la follia, ma la considera una condizione che non ha nulla di fatale, un evento che proprio in questa nuova percezione è possibile evitare o quantomeno contenere.

Leggi tutto

Utilizzando il sito vittorinoandreoli.it, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.

Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito vittorinoandreoli.it. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito.