Frustrazione → Rabbia → Violenza

TG5 ore 20 - 6 agosto 2019

Il percorso che porta alla violenza parte sempre dalla frustrazione.

La violenza diventa un linguaggio per compensare le frustrazioni, perchè bisogna tenere conto che, se in questa società conta il potere, il potere di avere le cose, ebbene c'è anche un potere nel distruggerle, perchè in questo modo si riesce a dominarle.



Da homo sapiens sapiens a homo stupidus stupidus: le riflessioni di Vittorino Andreoli

di Luisa Perlo

Fonte: www.ilfont.it

Vittorino AndreoliDire in poche parole chi sia Vittorino Andreoli è impossibile, data la sua ricchissima biografia, ma appare anche superfluo, dal momento che, oltre ai meriti da psichiatra, annovera una produzione di testi che, nell’arco di circa quarant’anni, lo hanno reso famoso anche tra i non addetti ai lavori.

I suoi contributi scientifici in ambito psichiatrico sono affiancati da testi più divulgativi, in cui dimostra come la psichiatria debba essere legata all’antropologia, e non possa sottrarsi allo studio dei comportamenti sociali che determinano la qualità della nostra esistenza.

Leggi tutto

Premio culturale "Il coltello d'oro" - Frosolone (Isernia)

Fonte ANSA

Vittorino Andreoli(ANSA) - FROSOLONE (ISERNIA), 8 LUG - Sarà lo psichiatra Vittorino Andreoli a ricevere "Il coltello d'oro", premio culturale istituito tre anni fa da Comune e Pro loco di Frosolone (Isernia) come riconoscimento per chi si è distinto per un particolare merito. "Il professor Vittorino Andreoli - si legge in una nota del Comune - membro della New York Academy of Sciences, dell'Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere e dell'Accademia di Agricoltura Scienza Lettere e Arti di Verona, ha scritto numerosi libri che spaziano dalla medicina alla letteratura alla poesia". La cerimonia si svolgerà domenica 21 luglio, alle 17.30, in Largo Vittoria. Il coltello è stato realizzato da Vittorio Piscitelli, uno degli artigiani del luogo che tengono viva l'antica produzione di forbici e coltello a Frosolone. Andreoli riceverà anche una pergamena con la motivazione del premio. L'evento è organizzato con il patrocinio di Regione Molise, Provincia di Isernia, Fondazione Molise Cultura e Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Isernia.(ANSA).



Vite spezzate: i risultati disastrosi di una società alla deriva.

Fonte: Trapani oggi

15 luglio 2019 

Valentina Rosy Parrino

Stiamo andando a sbattere. Purtroppo non c’è espressione più adatta, triste e dolorosa da usare alla luce degli ultimi tragici eventi accaduti in questi giorni.Autostrada A/29 altezza Alcamo: per fare una diretta facebook con il suo smartphone, Fabio Provenzano, 34 anni,  causa un gravissimo incidente in autostrada provocando la morte di uno dei due figli a bordo e il ricovero in condizioni gravissime dell’altro.
Responsabile della tragedia il padre…la persona che avrebbe dovuto proteggere e tutelare i propri figli.
Ragusa: Rosario Greco, 37 anni, alla guida sotto effetto di alcool e cocaina, sfrecciando a folle velocità in una stretta via del centro ha falciato due cuginetti che giocavano davanti la porta di casa. Uno dei due bambini muore sul colpo, l’altro ricoverato in gravissime condizioni morirà qualche giorno dopo.

Leggi tutto

Invecchiamento attivo

Brescia - 17 aprile 2019

 

I pomeriggi della medicina.

Le parole della vita. Auditorium Santa Barbara di Brescia.

Ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatri della Provincia di Brescia

 



“Sono vecchio”. L’elogio della vecchiaia di Vittorino Andreoli

Fonte: L'Eurispes.it

di MASSIMILIANO CANNATA
3 Maggio 2019


Il rumore delle parole (ed. Rizzoli) come tutti gli scritti di Vittorino Andreoli, psichiatra, scrittore e poeta, è un lavoro impegnativo, che scava nel profondo l’animo umano.

L’io narrante si focalizza sull’analisi di quattro termini-chiave: democrazia, assurdità, bellezza, vecchiaia, «una tetrade per me magica» come viene spiegato al lettore nella premessa.
Difficile evitare a tutta prima l’accostamento con il celebre saggio di Michel Foucault: Le parole e le cose. Il problema centrale che animava la ricerca del pensatore francese era riconducibile alla rifondazione delle condizioni di verità del discorso scientifico, in un contesto come quello della contemporaneità che aveva scompaginato in maniera definitiva le categorie tradizionali della conoscenza. In questo caso, le questioni in ballo sono altre, ma saremmo comunque fuori strada se pensassimo di avere tra le mani un testo di linguistica in senso stretto. Storia, sociologia, politica, antropologia: sono molteplici gli ingredienti disseminati nel racconto del protagonista, che parla da una stanza vuota, connesso alla Rete. «La virtualità può essere anche un modo per superare la solitudine». Per chi non ha la fortuna di camminare nel mondo in compagnia, la semplice presenza on line di un interlocutore è comunque una provvidenza da benedire. Questa strana figura di docente potrebbe richiamare alla memoria il protagonista della novella di Pirandello: L’eresia catara.

Leggi tutto

Capire l'odio

di Luca Magrone

Fonte: www.medium.com

imgOdio è una parola semplice. E come concetto, è recepito immediatamente. Da tutti. Lo psicologo americano Sternberg divide l’odio in “freddo” e “caldo”. L’odio freddo spinge a tenere le distanze dal diverso con disgusto (come nei pregiudizi razziali).

L’odio caldo è una poltiglia di rabbia ed ira che porta all’aggressione. Il calore di quest’odio registra temperature diverse a seconda dell’atto compiuto. E questi atti dilagano nella nostra quotidianità. Odio bollente è quello dei commenti come “via i terroni” o “a morte i gay”. Facebook ne è pieno. L’odio bruciante è la forma estrema, quella che porta all’annientamento del nemico, ed è il livello successivo all’odio infuocato, quello che porta gli abitanti di Gorino a respingere donne e bambini indigenti, solo perché diversi.

Leggi tutto

Anche la nostra mente ha bisogno di andare in vacanza.

TG5 ore 20 - 21 luglio 2019

Anche la nostra mente ha bisogno di andare in vacanza.

Le vacanze dovono essere promotrici di relazioni umane con le persone vere e non con le immagini virtuali.
Dovete cancellare il tempo cronologico, anche l'orologio lasciatelo da qualche parte, in un cassetto, e seguite invece il tempo vissuto, quello che vi dà serenità e che vi dà piacere.
E non dimenticate le persone ammalate e anziane..
Buone vacanze a tutti



Una piroga in cielo, di Vittorino Andreoli

Fonte: La Bottega delle Storie

1 luglio 2019 

blog di Maria Rosaria Baldin

Il libro di Vittorino Andreoli Una piroga in cielo, è uscito nel 2006, ben 12 anni fa. Ve ne propongo due brevi brani, avvertendovi che si tratta di un libro molto crudo e diretto, a tratti sgradevole nella brutalità delle descrizioni, ma che dovrebbe essere letto o riletto per capire il presente.


Vittorino AndreoliSono passati 12 anni invano, se le violenze ai migranti narrate nel libro sono aumentate, anziché essere sparite. Questo più sotto è l'incipit.

Erano arrivati a gran velocità, pavoni delle tenebre. Dentro un giubbotto nero di pelle, pantaloni infilati in stivali lucidati a festa. Uno era identico all'altro. Come le loro moto. Avevano voglia di divertirsi.

Non si andava più a ragazze. Chi cavalca una moto possente non si svilisce con un ventre di donna. E poi non c'era più nulla da conquistare, non roba da emozioni forti, da eroi del nulla.

Leggi tutto

ANDREOLI RIVISITA FREUD

L'INTERVISTA. Il celebre psichiatra veronese dedica un saggio al padre della psicanalisi

Sette lezioni sullo scienziato scomparso 80 anni fa. «Non sono freudiano -spiega l'autore- ma lui ha rivoluzionato il rapporto tra medico e paziente»

Alessandra Galetto

Sigmund FreudUn viaggio nella testa di Freud. Per conoscere e comprendere, prima ancora del medico, l'uomo, con le sue contraddizioni, intuizioni, paure, idiosincrasie, proprio quelle stesse che gli hanno consentito di «inventare» la psicanalisi partendo da un principio di fondo: il dialogo con l'altro, la parola come terapia, l'empatia spinta fino al transfert
È un'operazione insieme estremamente suggestiva e criticamente accurata, e, oggi, a 80 anni dalla scomparsa del padre della psicanalisi, tanto più necessaria, quella che lo psichiatra veronese Vittorino Andreoli affronta nel suo «Freud. Sette lezioni sulla psicoanalisi» (Marsilio, pp. 128, euro 15) in libreria da un paio di giorni.

Leggi tutto

Utilizzando il sito vittorinoandreoli.it, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.

Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito vittorinoandreoli.it. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito.