La psicologia del Noi.

La psicologia del Noi
Oltre la dimensione dell'io

A più di un secolo dalla nascita della psicologia dell’Io, Vittorino Andreoli, grande conoscitore della mente e dell’animo umani, ci illustra in queste pagine come e soprattutto perché sia giunto a formulare una teoria comportamentale che supera quella freudiana.

La psicologia del Noi, che l’autore ha elaborato sulla base dei casi clinici osservati durante la sua lunga carriera di psichiatra e che qui espone punto per punto analizzando gli elementi che la giustificano e la sostengono, ha importanti implicazioni in ambito terapeutico perché “non può esistere apparato psichico che funzioni indipendentemente e ogni psiche si esprime diversamente, in funzione dell’altro da sé”. Il campo di applicazione della psicologia del Noi, tuttavia, non si limita alle condizioni patologiche e riguarda da vicino il benessere di ciascun individuo: non c’è un solo momento della nostra vita in cui non siamo legati all’altro, dunque la relazione è fondamento dell’esistenza. Il bambino, quando nasce, è perduto se non trova la madre che lo nutre e lo riscalda. E lo stesso vale per l’adulto, come ha recentemente dimostrato il lockdown, durante il quale ci siamo resi conto sulla nostra pelle che non siamo fatti per vivere da soli. Abbia-mo sempre bisogno dell’altro perché siamo fragili ed è proprio la nostra fragilità che ci porta a cercare il legame. L’Io si rivela dunque una finzione e la psicologia del Noi diventa una vera e propria psicologia dell’esistenza che ci aiuta a superare i nostri limiti per vivere meglio con noi stessi e con chi ci circonda.

 „Vittorino Andreoli, La psicologia del Noi. Oltre la dimensione dell'io, pp. 120, Rizzoli, 2021“


Copyright © 2015 - Vittorino Andreoli
vittorinoandreoli.it è una realizzazione Passport