Benvenuti nel mio sito

Vittorino Andreoli

È l'archivio della mia storia: delle pubblicazioni scientifiche ma anche di quelle divulgative.

E per questo trovate molte conferenze, che nel corso della mia lunga esistenza ho tenuto, alcune sono solo audio, altre video.

Penso che sia una maniera più diretta per conoscere le mie idee e la mia passione.


Vittorino Andreoli

Chi sono

Sono nato a Verona il 19 aprile 1940. Come mi piace dire, appena in tempo per vivere al completo la Seconda guerra mondiale (l’Italia entra in guerra il 10 giugno 1940).
Credo che il mio primo ricordo si leghi proprio alla guerra: sono in braccio a mia madre, mentre lei corre in strada per raggiungere il vicino rifugio antiaereo.
La mia famiglia abitava a Verona in via S. Chiara al n. 5, e si doveva raggiungere quel luogo “sicuro” situato nella piazza antistante all’ingresso del Teatro Romano.
Ricordo ancora che in quel luogo sotterraneo, pieno di gente, veniva tolta la luce quando il rombo degli aerei pareva essere proprio sopra di noi.

leggi tutto

  • Foto5
  • Foto3
  • Foto1
  • PierluigiVerlini Figlio Dei Fiori
  • Foto2
  • Foto4

7 pillole di riflessione in poco più di 10 minuti

 



La fatica di crescere - Lectio magistralis di Vittorino Andreoli

S. Benedetto del Tronto, 14 giugno 2019

Fonte: Ama aquilone. Cooperativa sociale Onlus

“Non so come si fa a cambiare la società, ma si può cambiare l’uomo.
Ed è incredibile, ed è bellissimo”.



Leggi tutto

Frustrazione → Rabbia → Violenza

TG5 ore 20 - 6 agosto 2019

Il percorso che porta alla violenza parte sempre dalla frustrazione.

La violenza diventa un linguaggio per compensare le frustrazioni, perchè bisogna tenere conto che, se in questa società conta il potere, il potere di avere le cose, ebbene c'è anche un potere nel distruggerle, perchè in questo modo si riesce a dominarle.



Da homo sapiens sapiens a homo stupidus stupidus: le riflessioni di Vittorino Andreoli

di Luisa Perlo

Fonte: www.ilfont.it

Vittorino AndreoliDire in poche parole chi sia Vittorino Andreoli è impossibile, data la sua ricchissima biografia, ma appare anche superfluo, dal momento che, oltre ai meriti da psichiatra, annovera una produzione di testi che, nell’arco di circa quarant’anni, lo hanno reso famoso anche tra i non addetti ai lavori.

I suoi contributi scientifici in ambito psichiatrico sono affiancati da testi più divulgativi, in cui dimostra come la psichiatria debba essere legata all’antropologia, e non possa sottrarsi allo studio dei comportamenti sociali che determinano la qualità della nostra esistenza.

Leggi tutto

Capire l'odio

di Luca Magrone

Fonte: www.medium.com

imgOdio è una parola semplice. E come concetto, è recepito immediatamente. Da tutti. Lo psicologo americano Sternberg divide l’odio in “freddo” e “caldo”. L’odio freddo spinge a tenere le distanze dal diverso con disgusto (come nei pregiudizi razziali).

L’odio caldo è una poltiglia di rabbia ed ira che porta all’aggressione. Il calore di quest’odio registra temperature diverse a seconda dell’atto compiuto. E questi atti dilagano nella nostra quotidianità. Odio bollente è quello dei commenti come “via i terroni” o “a morte i gay”. Facebook ne è pieno. L’odio bruciante è la forma estrema, quella che porta all’annientamento del nemico, ed è il livello successivo all’odio infuocato, quello che porta gli abitanti di Gorino a respingere donne e bambini indigenti, solo perché diversi.

Leggi tutto

Premio culturale "Il coltello d'oro" - Frosolone (Isernia)

Fonte ANSA

Vittorino Andreoli(ANSA) - FROSOLONE (ISERNIA), 8 LUG - Sarà lo psichiatra Vittorino Andreoli a ricevere "Il coltello d'oro", premio culturale istituito tre anni fa da Comune e Pro loco di Frosolone (Isernia) come riconoscimento per chi si è distinto per un particolare merito. "Il professor Vittorino Andreoli - si legge in una nota del Comune - membro della New York Academy of Sciences, dell'Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere e dell'Accademia di Agricoltura Scienza Lettere e Arti di Verona, ha scritto numerosi libri che spaziano dalla medicina alla letteratura alla poesia". La cerimonia si svolgerà domenica 21 luglio, alle 17.30, in Largo Vittoria. Il coltello è stato realizzato da Vittorio Piscitelli, uno degli artigiani del luogo che tengono viva l'antica produzione di forbici e coltello a Frosolone. Andreoli riceverà anche una pergamena con la motivazione del premio. L'evento è organizzato con il patrocinio di Regione Molise, Provincia di Isernia, Fondazione Molise Cultura e Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Isernia.(ANSA).



Anche la nostra mente ha bisogno di andare in vacanza.

TG5 ore 20 - 21 luglio 2019

Anche la nostra mente ha bisogno di andare in vacanza.

Le vacanze dovono essere promotrici di relazioni umane con le persone vere e non con le immagini virtuali.
Dovete cancellare il tempo cronologico, anche l'orologio lasciatelo da qualche parte, in un cassetto, e seguite invece il tempo vissuto, quello che vi dà serenità e che vi dà piacere.
E non dimenticate le persone ammalate e anziane..
Buone vacanze a tutti



Utilizzando il sito vittorinoandreoli.it, si acconsente all'uso dei cookie anche di terze parti.

Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito vittorinoandreoli.it. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito.